Blog: http://Freddemani.ilcannocchiale.it

Divino D`Annunzio

Era uno spirito senza equilibrio in un corpo voluttuario.A similitudine di tutte le creature avide di piacere,ella aveva per fondamento del suo essere morale uno smisurato egoismo.La sua facolta` precipua,il suo asse intellettuale,per dir cosi`,era l`immaginazione:una immaginazione romantica,nudrita di letture diverse,direttamente dipendente dalla matrice,continuamente stimolata dall`isterismo. Possedendo una certa intelligenza,essendo stata educata nel lusso d`una casa romana principesca,in quel lusso papale fatto di arte e di storia,ella erasi velata d`una vaga incipriatura estetica,aveva acquistato un gusto elegante;ed avendo anche compreso il carattere della sua bellezza,ella cercava,con finissime simulazioni e con una mimica sapiente,di accrescerne la spiritualita`,irraggiando una capziosa luce d`ideale.

E` la Elena Muti dell`Andrea Sperelli

Pubblicato il 24/7/2009 alle 17.55 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web