.
Annunci online

 
Freddemani 
Il sapore dei miei pensieri
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  vasco rossi
rivieracool
Flickr
Melissa p.
Aira
Amelie
Aluccia
MonkeyLau
Chirano
labeba
Gocciadime
desperate_librarian
notebianche
whatsername
importanzadeleparole
heavenonearth
fiorisulsoffitto
gogobub
  cerca




Freddemani        Freddemani

"Voglio un coppa piena del tuo amore sino all'orlo e dentro annegarci l'anima" J.Keats






"Ciò che ti mancherà,prendilo da te stesso" Catone

Sto leggendo:
"Delitto e castigo" di F.Dostoevskij


Il libro:

"Il gabbiano Jonathan L."-R.Bach

Il quadro:

"L'urlo"-Munch

Il film:

"Arancia Meccanica"-S.Kubrick


"L'altra metà dell'amore"-Lea Pool


"Le pagine della nostra vita"-N.Cassavetes

La(mia)città:

Milano

Lui e solo Lui:

Vasco Rossi


Marilyn


James Dean


Eva Green-"The Dreamers"


Una fede


Una musa


Un'icona


La mia follia




Style

"...così giunse ad un immenso castello sul cui frontale stava scritto:
A NESSUNO APPARTENGO E A TUTTI;
PRIMA DI ENTRARE ERI GIà QUI,
RESTERAI QUI QUANDO USCIRAI"-Diderot



Nonostante questo blog non si possa considerare una testata giornalistica, perché priva di una costante periodicità, alcuni degli scritti e/o articoli presenti sono stati già pubblicati in quotidiani, riviste e cataloghi quindi soggetti a regolare copyright. L'autrice dichiara di non essere responsabile per i commenti dei visitatori inseriti a seguito dei post. Eventuali commenti lesivi dell'immagine o della onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autrice nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima. La maggior parte delle immagini presenti in questo blog sono tratte da Internet e su specifica e motivata richiesta saranno immediatamente rimosse.


 

Diario |
 
Diario
1visite.

21 maggio 2009

Pensieri di una mattinata milanese

Mi sporgo sul balcone di una calda mattinata milanese.
Rubo qualche scatto ai passanti,in camicia da notte.
Nel fotografare ci si sente sempre un po` furtivi,poiche` si rubano istanti prezioni alla vita,alla gente e,io almeno,li rubo per legarli a me.
Mi arricchisco di momenti non vissuti,vissuti da altri,o di momenti vissuti a meta`.
Con la macchina fotografica in mano e` un po` come vivere a meta`: il fotografo non vive quel momento,lo sta solo fotografando.Forse....Ieri la pensavo in modo diverso...
Ho preparato il caffe` al mio amore e gli ho augurato un buongiorno baciandogli la spalla.Io non bevo caffe`.Io non credo in Dio e nemmeno nell`amore eterno.Non credo nell`amicizia,perche` non ne ho mai avuto modo.
Io sono di una razza strana chiamata "genere femminile",ed Eva e` la mia piu` splendida creatura.
Potrebbe essere mia figlia,o la migliore amica mai avuta,o semplicemente la Poesia,che ispira ogni istante della mia vita.




permalink | inviato da Freddemani il 21/5/2009 alle 19:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

7 maggio 2009

Eugenio Montale

"Mi pareva di vivere sotto a una campana di vetro,eppure sentivo di essere vicino a qualcosa di essenziale.Un velo sottile,un filo appena mi separava dal quid definitivo.L`espressione assoluta sarebbe stata la rottura di quel velo(Schopenhauer),di quel filo:una esplosione,la fine dell`inganno del mondo come rappresentazione.Ma questo era un limite irraggiungibile.E la mia volonta` di aderenza restava musicale,istintiva,non programmatica.All`eloquenza della nostra vecchia lingua volevo torcere il collo,magari a rischio di una controeloquenza."

"Avendo sentito fin dalla nascita una totale disarmonia con la realta` che mi circondava,la materia della mia ispirazione non poteva essere che quella disarmonia."

Ho sceso,dandoti il braccio,almeno un milione di scale
e ora che non ci sei e` il vuoto ad ogni gradino.
Anche cosi e` stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora,ne` piu` mi occorrono
le coincidenze,le prenotazioni,
le trappole,gli scorni di chi crede
che la realta` sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non gia` perche` con quattr`occhi forse si vede di piu`.
Con te le ho scese perche` sapevo che di noi due
le sole vere pupille,sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

Per voi,con affetto,Freddemani...
Meraviglioso....




permalink | inviato da Freddemani il 7/5/2009 alle 22:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        luglio